IL FILO D’ARGENTO

Fratellanza Spirituale

In una tiepida serata di fine giugno, Hermes e gli amici della comunità si erano riuniti per celebrare insieme, in occasione del solstizio, l’arrivo ufficiale dell’estate.
Il raggrupparsi delle stelle a formare simbolici splendenti arabeschi nel cielo aveva portato la discussione del gruppo sul tema dell’amicizia.
Un’osservazione di Giulietta che si chiedeva perché con il crescere della coscienza il numero degli amici di norma diminuisce aveva aperto una serie di interrogativi e di perplessità a cui i partecipanti si stavano appassionando.
Guglielmo precisò: “Vogliamo, innanzitutto, definire quello che intendiamo per amicizia ascoltando il parere di tutti?”
Camillo: “È una forma di cooperazione esistenziale che nasce spontanea, anche se ha bisogno di un certo tempo per esprimersi al meglio.”
Cesare deciso: “Per me invece è una disciplina della coscienza che si basa sull’armonia volontaria di due o più esseri umani.”
Giulietta con enfasi: “È una unione profonda, che trova la sua matrice in una totale fiducia reciproca.”
Maria convinta: “È il frutto prezioso della rinuncia ad una parte di sé stessi, presente in ogni vera ispirazione e in ogni slancio di entusiasmo.”
Marta con fermezza: “È una conquista che richiede impegno di tempo e di energia.”
Leonardo ispirato: “L’amicizia è l’espressione del potere della consonanza, che integra ciò che è diverso in una vibrazione superiore.”

Hermes fino ad allora aveva taciuto, ascoltando con interesse le proposte dei presenti. Stava vivendo una esperienza di autentica amicizia: rifletteva sul detto cinese “l’amicizia sta nel silenzio” e nel silenzio sperimentava quella comprensione superiore, dove il pensiero sostituisce le parole e la comunicazione mentale diventa strumento privilegiato della natura umana. Era arrivato alla conclusione che l’amicizia si crea unificando le menti, perché solo così l’energia torna, in una grandiosa progressione, alla sua origine divina.
Fu su questa riflessione che la voce di Guglielmo colpì il suo orecchio: “E tu Hermes che ci dici sull’amicizia?”
A questa domanda tutta l’attenzione del gruppo si spostò su Hermes, l’amico maestro, che prese a dire: “L’amicizia è la pietra miliare su cui costruiremo la fratellanza spirituale del pianeta, obiettivo ultimo della nostra missione terrena. (…)

[ Leggi tutto ]

COSA C’È DI NUOVO

Una guida audio per meditare

Il termine “meditazione” ha significati diversi nelle diverse tradizioni spirituali, orientali e occidentali, antiche e moderne, e nei vari gruppi e movimenti che ne fanno uso. (…)
In Oriente, la meditazione è stata sempre considerata come la via d’accesso alle dimensioni soggettive, e anche in Occidente è stata di solito usata per tacitare la mente e per entrare nel silenzio, nella riflessione, nella contemplazione e nell’adorazione.
Ma tutto ciò è ben lontano dall’esprimere pienamente la sua funzione. Essa rappresenta infatti anche un procedimento creativo di illimitata potenza, attraverso il quale possiamo ricreare in buona parte noi stessi e il nostro ambiente; ma non solo, con una meditazione di tipo costruttivo o creativo possiamo anche contribuire alla costruzione del mondo futuro, della Nuova Era.
In questo senso, la meditazione rappresenta una forma di servizio reale e a lunga gittata, verso gli altri e verso i nostri tempi, come pure è di beneficio a noi stessi. Inoltre, può contribuire molto a porre le fondamenta spirituali necessarie per un futuro migliore, (…).

(Tratto da: Corso di Meditazione Creativa, Anno 1° disp. 1)

Vi starete chiedendo cosa c’è di nuovo, visto che da sempre, in Comunità, la meditazione è intesa come sopra spiegato dalle parole di Roberto Assagioli.
La novità sta nella possibilità, per chi comincia e per tutti quelli che ne vorranno fare uso, di ascoltare e salvare i file audio delle sei tracce guida che utilizziamo per la meditazione giornaliera, secondo il ritmo bimestrale delle Leggi e Principi della Nuova Era.

Qui di seguito trovate la traccia relativa al Principio della Buona Volontà che useremo da oggi fino al 20 aprile.

E’ possibile ascoltare e scaricare tutte le tracce audio dalla pagina “Meditazione Creativa” del sito web www.comunitadieticavivente.org

DA NON PERDERE!

Senza prove! L’educatore in scena

Seminario di approfondimento – aperto a tutti

educazioneIl successo della nostra “performance” come educatore dipende non solo dalla nostra professionalità e da quanto bene conosciamo la parte, ma anche dalla capacità di improvvisare e di sintonizzarci con gli altri. Scopriamo e alleniamo insieme questa abilità utilizzando le tecniche teatrali e della Psicosintesi educativa.

Un seminario di Psicosintesi per continuare a crescere come educatori, tra teoria e pratica, usando lo strumento creativo del teatro.
Condotto da Francesca Barbagli, il 9 e 10 marzo 2019.
Informazioni: Segreteria della Comunità.

La morte e l’arte di vivere

Seminario di approfondimento – aperto a tutti

Lo spazio ricco e profondo delle meditazioni sulla morte.
Conosceremo e assorbiremo le immagini veicolate dalle parole di poeti e maestri spirituali che ci condurranno nella nostra interiorità più vera, dove l’essere, la presenza più profonda e sempre nuova, attende ogni volta di essere incontrata per poterci rigenerare alla Vita e al quotidiano.

Come recita un verso di Rilke “… la grande morte che ognuno ha in sé è il frutto attorno a cui tutto cambia…”. Osservare la vita dalla prospettiva della morte è una sfida nuova nella nostra vita, che si intesse con le esperienze di ognuno.

Seminario condotto da Mariarosaria Ruocco, il 9 e 10 marzo 2019.
Informazioni: Segreteria della Comunità.

Co-creare con i mondi invisibili

Seminario formativo – aperto a tutti

Siamo tutti Anime che si evolvono su un pianeta in evoluzione. Siamo aspetti integranti e interdipendenti di un Ecosistema sacro che sta cercando di realizzare il proposito della Vita planetaria.
Come possiamo vivere ogni giorno con maggiore consapevolezza e proattività in questa attività inter-dimensionale di gruppo? Come approfondire la nostra relazione con i regni sottili?
Il seminario offre uno spazio vivente in cui possiamo avere intuizioni e imparare pratiche per muovere i prossimi passi necessari a diventare co-creatori della Vita.

Seminario condotto da Franco Anesi e Michael Lindfield, il 16 e 17 marzo 2019.

Informazioni: Segreteria della Comunità.

La felicità sta nel lavoro

Seminario di Agni Yoga – aperto a tutti

Al lavoro e con il lavoro passiamo la stragrande parte del nostro tempo quotidiano eppure, spesso, non ci chiediamo cosa sia e perché ci coinvolge così tanto.
La nostra realizzazione, quell’affermazione di sé che ci fa sentire importanti, passa per la maggior parte di noi dal lavoro che svolgiamo.

Il seminario favorirà un processo di rivelazione del significato profondo del lavoro come laboratorio per la crescita e lo sviluppo della coscienza alla luce degli insegnamenti dell’Agni Yoga.

Seminario di Agni Yoga condotto da Marcello Spinello, il 30 e 31 marzo 2019.
Informazioni: Segreteria della Comunità.

EVENTI & CO

Il gruppo di persone che darà un contributo particolare durante “The Planet Within” si è ampliato. Molti di loro vivono ed esprimono la realtà della coscienza di gruppo all´interno della Comunità di Etica Vivente. Sono figure chiave che rappresentano l´esperienza vivente della coscienza di gruppo in campi di servizio diversi e vari, che costituiscono il mosaico della vita in manifestazione: architettura, astrologia, business, educazione, arte ecc.

Tra gli stimoli che i nuovi “contributors” propongono vi è quello del regno animale esemplificato dalla vita delle api, simbolo ed esempio vivente di coscienza di gruppo orientata al proposito comune.

SERVIZIO IN COMUNITÀ

Essere co-creatori di gioia: uno stile di vita accessibile a tutti

I soci della Comunità hanno come “metodo di lavoro” la cooperazione a titolo gratuito per la realizzazione di quanto è necessario alla vita e allo sviluppo di questo grande organismo. Lo spirito di gruppo e la dedizione al bene comune fanno sì che il servizio sia parte integrante delle nostra quotidianità e rappresenti, oltre che un obiettivo, uno stile di vita.

Lavoriamo in gioia!
Per saperne di più e segnalare il tuo interesse a partecipare

contatta l’Area “Servizio e Risorse”

IN SINTESI: BIMESTRE MARZO – APRILE


Visita Guidata
3 marzo


Novilunio Pisces
6 marzo h.17.05


Senza prove!
9-10 marzo


Equinozio di Primavera
20 marzo h.23.00


Plenilunio Aries
21 marzo h.2.44


Novilunio Aries
5 aprile h. 10.52


Visita Guidata
7 aprile


Plenilunio Aries
19 aprile h.13.13


Psicogiardinaggio
13-14 aprile


Insieme!
13-14 aprile


Insieme!
13-14 aprile

LEGGI & PRINCIPI

Principio della Buona Volontà

Quale simbolo del Principio della Buona Volontà visualizziamo noi stessi mentre spezziamo del pane e lo distribuiamo agli altri uomini.

La Buona Volontà è un Principio spirituale e pertanto un’energia a disposizione di ogni uomo, psichicamente maturo, che intenda attivarla dentro di sé. Potremmo dire che è l’aspetto transpersonale della volontà individuale ed entra in manifestazione quando i requisiti della volontà personale (forza, coraggio e bontà) hanno raggiunto una sufficiente maturazione.

Il passaggio che favorisce l’irruzione della Buona Volontà nell’animo umano è l’orientamento della volontà individuale a favore del bene comune, appunto la ‘volontà di bene’ a cui accenna Roberto Assagioli nelle sue considerazioni su questo Principio. È come se il corretto uso della volontà personale spalancasse le porte dentro di noi a una potente forza planetaria, aprendo i canali a una volontà superiore a cui il nostro Sé aderisce intimamente. In seguito l’uso di questa volontà potenzia l’afflusso di tale energia rendendoci sempre più collaboratori attivi del grande Piano dell’Evoluzione.

In questo senso l’impegno a realizzare ed esprimere la Buona Volontà ha un preciso valore etico-sociale, perché rappresenta l’utilizzazione dell’energia del futuro che integrerà gli uomini tra di loro trasformando ed elevando le condizioni di vita del Pianeta.

[ Leggi tutto ]

2019-02-22T09:21:16+01:00